Der Inhalt dieser Seite ist momentan nur in italienisch verfügbar!
MeteoSchweiz

Articoli e comunicati ai media

01 novembre 2012

 

Esperti di meteorologia satellitare da tutto il mondo riuniti a Lugano

 

Dal 4 al 9 novembre 2012 Lugano ospita il 40° incontro del Gruppo di coordinamento dei satelliti meteorologici (Coordination Group for Meteorological Satellites - CGMS). Scienziati provenienti da tutto il mondo si riuniranno per coordinare l'attività degli operatori di satelliti meteorologici per i prossimi anni. Con l'obiettivo di garantire una copertura ottimale dell'intero pianeta e dare continuità a misure che giocano un ruolo chiave sia nell'elaborazione delle quotidiane previsioni del tempo, sia nel monitoraggio dei cambiamenti climatici. L'incontro, si svolge sotto l'egida dell'Organizzazione meteorologica mondiale ed è sostenuto sia dal Dipartimento federale degli affari esteri, sia dall'Ufficio federale di meteorologia e climatologia - MeteoSvizzera. Fra i partecipanti è annunciata la presenza del Segretario generale dell'Organizzazione meteorologica mondiale (OMM) Michel Jarraud e del direttore generale di EUMETSAT Alain Ratier.

 

I satelliti meteorologici: per osservare dall'alto le nuvole, ma non solo... 


La consulenza per un pilota impegnato in volo transoceanico, il monitoraggio della traiettoria di un uragano, la sorveglianza dell?arrivo di un fronte temporalesco che dalla Francia si avvicina alla Svizzera sono solo alcuni esempi di attività tipiche di una sala previsione, che possono essere svolte solo grazie alla disponibilità di informazioni su larga scala, come quelle fornite dai satelliti meteorologici. Questi strumenti sofisticati, che stazionano a 36'000 km di quota (quelli geostazionari) o orbitano a 800 km (quelli su orbita polare), tengono sotto controllo 24 ore al giorno l'intera atmosfera terrestre fornendo non solo belle immagini, ma anche preziosi dati sulle principali grandezze meteorologiche. Questi dati sono diventanti nell'ultimo decennio la fonte d'informazione principale per le previsioni meteorologiche elaborate dai supercalcolatori e sono pure utilizzati sempre più anche per studi sui cambiamenti climatici.

L'importanza della collaborazione internazionale


Progettare un satellite meteorologico, metterlo in orbita e mantenerlo in efficienza per un decennio, elaborare e distribuire i dati, sono compiti così onerosi che poche nazioni possono gestirli autonomamente. In Europa nessuna e per questo motivo esiste dal 1986 l'organizzazione internazionale EUMETSAT, in rappresentanza di 26 nazioni europee (Svizzera compresa), coadiuvata dall'Agenzia spaziale europea ESA. A livello mondiale esiste dal 1972 il Gruppo di coordinamento dei satelliti meteorologici (CGMS) volto a ottimizzare e coordinare l'attività di tutti gli operatori di satelliti meteorologici al mondo, favorendo a lungo termine la continuità dei rilevamenti dallo spazio.

Ruolo e successi del CGMS


I quindici membri del CGMS (in rappresentanza di Europa, Russia, Cina, Giappone, India, Stati Uniti e Corea) coordinano le missioni dei satelliti meteorologici, definiscono quali strumenti sono da portare in orbita, uniformano il formato dei loro dati affinché possano essere distribuiti a tutti i possibili utilizzatori, pianificano il lancio dei futuri satelliti, creano le condizioni per l'aiuto reciproco fra i satelliti in caso di panne tecnica in orbita, eccetera. Tutte attività indispensabili per ottimizzare l'osservazione della Terra dallo spazio, razionalizzare l'impiego delle risorse finanziarie e garantire una continuità sul lungo periodo ai rilevamenti satellitari. Dalla riunione luganese è attesa la definizione di un programma strategico per i prossimi 5 anni che risponda alle richieste sempre più esigenti della comunità scientifica e dei servizi meteorologici nazionali, in particolare in relazione al monitoraggio dei cambiamenti climatici.

Il 40° meeting a Lugano


Per la terza volta nella sua storia il CGMS si riunisce in Svizzera. L'anniversario del 40° di attività sarà festeggiato a Lugano dal 4 al 9 novembre 2012, alla presenza del Segretario generale dell'Organizzazione meteorologica mondiale (OMM) Michel Jarraud e del direttore generale di EUMETSAT Alain Ratier. L'incontro, che si svolge sotto l'egida dell'OMM, è sostenuto sia dal Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), sia dall'Ufficio federale di meteorologia e climatologia - MeteoSvizzera. Con la scelta di Lugano il DFAE presenta ai partecipanti internazionali una delle regioni culturali e paesaggistiche della Svizzera, coniugando in questo modo la valorizzazione turistica di una regione con la tradizionale politica elvetica di nazione ospite. In Svizzera hanno sede numerose organizzazioni o agenzie internazionali la cui attività è legata alla meteorologia, alla climatologia o all'ambiente.

MeteoSvizzera, rappresentante ufficiale della Svizzera nei consessi internazionali


L'Ufficio federale di meteorologia e climatologia - MeteoSvizzera rappresenta la Svizzera in numerosi consessi internazionali in ambito meteorologico e climatologico. Un ruolo specifico, rivestito dal servizio meteorologico nazionale, anche a beneficio dei servizi meteorologici privati. In questo modo infatti la Svizzera rimane in contatto con gli sviluppi internazionali nell'ambito della ricerca scientifica, può contribuire alla presa di decisioni comuni e essere integrata nelle reti internazionali di scambio di dati e informazioni meteorologiche. Perché le nuvole, si sa, non conoscono le frontiere politiche.


Persona di contatto per ulteriori informazioni:
Marco Gaia - Direttore Centro regionale sud di MeteoSvizzera - 091 756 23 24 / 079 251 77 05 
marco.gaia@meteosvizzera.ch

 

FrançaisItalianoEnglish Über uns Shop
       
Allgemeine Lage Detailprognose Aktuelles Wetter Ozonschicht Gesundheit Vegetationsentwicklung Modellvorhersagen Spezialprognosen Wetterereignisse Wetterrückblick Tagesaktualität
Klima Schweiz Klima heute Klima morgen Klima international Messsysteme Klima Berichte
Produkte A-Z Aviatik Bau- & Landwirtschaft Strassen Outdoor Beratung Datenportal Energie Tourismus Versicherungen Öffentliche Verwaltungen Schulen & Universitäten Homepage Telekommunikation
Forschung & Entwicklung Publikationen Veranstaltungen Konsortien Aktuelle Projekte Abgeschlossene Projekte
Gefahren Wochenvorhersage Naturgefahrenbulletin Zusatzinformationen Kantonale Fachstellen